Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/giuseppefanzone.it/public_html/wp-content/themes/fmagazine/header.php on line 38
//www.
A volte, soprattutto durante una pandemia, è necessario prendersi cura della propria salute. Ma se ti ammali, non ritardare il trattamento. Se il virus progredisce, gli antibiotici https://antibioticisenzaricettait.com/ non possono più essere eliminati. In Italia non è facile acquistare antibiotici senza prescrizione medica, quindi può venire in soccorso una farmacia canadese antibioticonlineit.com, che può consegnare qualsiasi farmaco a casa tua. I prezzi non differiscono dai prezzi di una farmacia per strada e talvolta anche più bassi.
close

Comprare Ciprofloxacina online in italia Senza Ricetta

Che cos'è Ciprofloxacina

Si tratta di un antibiotico sintetico che fa parte del gruppo fluorochinoloni. Il nome ciprofloxacina, spesso abbreviato anche in "cipro", viene dal principio attivo principale del farmaco. Si utilizza per debellare le infezioni causate da batteri ma non si tratta di un medicinale adatto a tutti i ceppi poiché solo alcuni si rivelano sensibili. Nel paragrafo in basso vedremo in dettaglio quali sono i casi in cui è possibile utilizzare ciprofloxacina e quali quelli in cui è necessario astenersi. Trattandosi di un antibiotico, non deve essere assunto in modo casuale ma bisogna interagire con il proprio medico di fiducia, che potrà così aiutarvi a capire se è il caso di affidarsi a questo antibiotico oppure optare per altri medicinali.

ACQUISTA CIPRO ONLINE

In quali casi è utile Ciprofloxacina

A usare ciprofloxacina sono generalmente gli adulti, che possono così trattare infezioni a carico delle vie respiratorie, delle vie urinarie, degli organi genitali maschili e femminili, delle infezioni articolari o della cute e persino per curare l'esposizione all'antrace. Come abbiamo sottolineato in precedenza, ciprofloxacina è un farmaco mirato, che può debellare solo alcuni ceppi batterici specifici (escherichia coli, shigella, citrobacter, proteus, brucella, stafilococco, clamidia e listeria per citarne alcuni) per questo in caso di infezioni derivanti da più batteri, il medico curante potrebbe decidere di affiancare l'antibiotico ad altri farmaci. Nei bambini l'uso è più limitato e si somministra in caso di infezioni bronchiali o polmonari, nonché quelle delle vie urinarie o dei reni.

Storia del farmaco

I primi antibiotici della famiglia dei chinoloni, erano farmaci dall'efficacia molto limitata, utilizzati principalmente per le infezioni delle vie urinarie. Nel 1979, però, le cose cambiarono grazie alla scoperta della norfloxacina da parte del gruppo farmaceutico giapponese Kyorin Seiyaku Kabushiki Kaisha. Molte altre compagnie si lanciarono subito nell'ambito della ricerca, iniziando lo sviluppo di antibatterici mirati. Il programma dedicato ai fluorochinoloni di Bayer era concentrato sull'analisi degli effetti cambiando lievemente la struttura della norfloxacina e, il risultato di questi studi portò alla creazione di dati sulla ciprofloxacina nel 1983. Il medicinale fu approvato nel 1987, un anno dopo l'approvazione della norfloxacina ed è oggi considerato uno dei farmaci essenziali secondo l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Posologia

Il trattamento con il farmaco ha una durata variabile, che può andare da un minimo di cinque a oltre 20 giorni. La durata deve essere stabilita dal medico curante, che deciderà in modo adeguato in base al tipo di infezione in corso. Le compresse devono essere ingerite a orari specifici, con abbondante acqua ed evitando la masticazione poiché il sapore è tutt'altro che gradevole. Si può assumere il farmaco durante i pasti, tuttavia alimenti con importanti quantità di calcio potrebbero interferire con l'assorbimento dell'antibiotico. Evitate quindi di consumare cibi che ne sono ricchi, come i latticini, quando assumete la ciprofloxacina.

Dose mancata o sovradosaggio

L'assunzione degli antibiotici dovrebbe avvenire sempre allo stesso orario giorno dopo giorno, quindi è importante impostare un promemoria per ricordare sempre di assumere la dose senza saltare mai un appuntamento col farmaco. Qualora però dovesse capitare di dimenticarsene, non andate nel panico e controllate l'orario: se sono passate due o tre ore circa dalla dose mancata, allora potrete prendere la compressa senza troppi problemi, se invece siete ormai vicini all'assunzione successiva, non raddoppiate assolutamente il dosaggio e procedete come se nulla fosse successo. Non è il modo ideale per l'assunzione dell'antibiotico ma è importante evitare un sovradosaggio, in grado di esporvi all'insorgere di eventuali effetti collaterali.

Chi non dovrebbe usare Ciprofloxacina

Gli utenti che sono già in trattamento con tizanidina non dovrebbero assumere ciprofloxacina poiché potrebbe portare a scompensi e una bassa pressione sanguigna, non si tratta però dell'unico caso in cui prestare attenzione. Se assumete anticoagulanti, metotrexato, olanzapina, clozapina, ciclosporina, lidocaina, duloxetina o antiacidi, informate immediatamente il vostro medico curante prima di acquistare o sottoporvi a un trattamento con ciprofloxacina. Le donne incinta o che hanno appena avuto un bambino e stanno allattando dovrebbero evitare di assumere il farmaco perché questo passa attraverso il latte materno, rivelandosi dannoso per i più piccoli.

Gli effetti collaterali di Ciprofloxacina

Tra gli effetti collaterali comuni legati al consumo di ciprofloxacina troviamo vomito, nausea, diarrea e nei bambini dolori alle articolazioni. Qualora dovessero presentarsi in maniera lieve e non ripetuta durante tutto il trattamento allora non c'è da preoccuparsi mentre se si intensificano giorno dopo giorno con l'assunzione del medicinale allora è consigliato rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia per spiegare la situazione e verificare con il professionista la possibilità di interrompere il trattamento. A meno che non vi siano effetti collaterali molto gravi non interrompete autonomamente il trattamento, si tratta infatti di una procedura che potrebbe causare problemi nel debellare completamente i batteri. Gli effetti collaterali meno comuni prevedono perdita dell'appetito, agitazione, mal di testa e mal di stomaco, infezioni da funghi e rash cutanei più o meno gravi. Tra gli effetti collaterali rari abbiamo invece leucopenia, colite, iperglicemia, perdita dell'udito, tachicardia, asma o anche disturbi a carico del fegato, come itterizia ed epatite. Se dovessero verificarsi gli eventi qui descritti rivolgetevi immediatamente al vostro medico.

Quanto costa Ciprofloxacina?

Il costo può variare in base al luogo in cui il farmaco viene acquistato. Online è possibile trovare prezzi convenienti in base al numero di pillole acquistate, che si aggira generalmente intorno a un euro per compressa.

Posso bere alcool durante l'assunzione?

Antibiotici e alcool non vanno d'accordo e, sebbene non sia vietato in tutti i casi, è sempre sconsigliato consumare bevande alcoliche durante un trattamento con questa tipologia di farmaci. Gli antibiotici perdurano nell'organismo fino a due o tre giorni dopo l'ultima assunzione, quindi prima di ingerire vino o birra al termine di un ciclo è consigliato attendere almeno 48 ore per far sì che i principi attivi non siano più in circolo.

Come conservare Ciprofloxacina

Il farmaco deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, possibilmente nella sua confezione originale senza rimuovere il blister dalla scatola di cartone che protegge ulteriormente le compresse. Non usare ciprofloxacina dopo la data di scadenza e, per il suo corretto smaltimento, recatevi presso la farmacia più vicina che vi saprà indicare i contenitori per gettare via le pillole.