close
Un gonfiore alla base del collo

Un gonfiore alla base del collo

8 luglio 2017clavicolagonfiorespallatumefazione1769Views4Comments
collo

Una delle cause di preoccupazione può essere un gonfiore della articolazione tra clavicola e sterno

Un gonfiore della articolazione sternoclavicolare è insolito e come tale può preoccupare sia il paziente che il medico.

La sterno clavicolare è l’articolazione tra clavicola e sterno, l’altra articolazione della clavicola e la articolazione acromion claveare. La sterno clavicolare è l’unico punto osseo di contatto tra il cingolo scapolare e lo scheletro assiale.

Un gonfiore al davanti del collo in corrispondenza dello sterno può essere dovuto

  1. ad una lussazione posteriore (rara ma potenzialmente mortale)
  2. una lussazione anteriore un pochino più frequente e spesso recidivante.

    Anatomia-collo-clavicola-sterno
    Anatomia della sterno clavicolare

Altre patologie piuttosto “bizzarre” possono interessare questa articolazione. Donne di mezza età possono lamentare la improvvisa comparsa di dolore e gonfiore sul davanti della base del collo in corrispondenza dello sterno. La diagnosi di queste affezioni è difficile e spesso non definitiva.. Queste patologie risultano difficili da trattare e spesso impossibili da guarire.

Improvviso gonfiore senza trauma dell’articolazione sterno clavicolare

La diagnosi di un gonfiore alla articolazione sternoclavicolare dovrà riuscire a differenziare diverse patologie.

Artrosi sterno claveare

L’artrosi di questa articolazione è rara, forse perché l’articolazione è dotata di un movimento limitato, è protetta da legamenti piuttosto robusti e anche perché i capi ossei sono separati da un disco cartilagineo interposto. La artrosi di questa articolazione è spesso secondaria ad un trauma ed in questo caso è presente solo da un lato. Questo tipo di patologia degenerativa è più frequente negli uomini e sul lato dominante. La artrosi di questa articolazione potrà divenire dolente ed il gonfiore dovuto al versamento infiammatorio si svilupperà e renderà visibile anteriormente dato che i legamenti posteriori sono molto spessi e resistenti ed inoltre per solo la porzione anteriore della articolazione è sottocutanea. Il trattamento prevede il riposo e l’infiltrazione di cortisone. La fisioterapia è inefficace e solo casi rarissimi vengono operati.

Infezioni articolari

Una artrite settica è la localizzazione di una infezione batterica a livello articolare. La articolazione sterno clavicolare può come tale essere sede di infezione. Spesso sarà lo Stafilococco aureus l’agente

infezione articolare
Gonfiore di tipo infiammatorio della base del collo

patogeno, il batterio tubercolare darà una infezione con gonfiore non doloroso. Questa condizione di gonfiore ed infezione è piuttosto rara.

Artriti

la spondilite anchilosante da manifestazioni articolari diffuse con le più frequenti a carico della colonna vertebrale. Qualora colpisca la sternoclavicolare è spesso asimmetrica.

Anche l’artrite reumatoide coinvolge seppure raramente questa articolazione. In genere le forme reumatiche non sono mono articolari. A volte si hanno sinoviti specifiche con formazione di abbondante versamento articolare.

Il gonfiore isolato potrebbe generare confusione diagnostica ed essere molto preoccupante sia per il medico che per il paziente. Biopsia, TAC ed esame di RNM sono dirimenti.

Osteite condensante

manifestazione dolorosa che interessa l’articolazione sterno clavicolare. E’ una malattia particolare e “strana”. La genesi è attualmente sconosciuta. La osteite condensante della sterno clavicolare è rara ma la sua diagnosi differenziale deve essere fatta con i tumori maligni, per tale ragione ingenera spesso preoccupazione. La osteite condensante è conosciuta anche come malattia di Brower (Brower la descrisse per primo nel 1974) o come osteosclerosi asettica con ingrossamento dell’estremità mediale della clavicola.

Brower
Gonfiore della sterno clavicolare

Le radiografie mostrano un ingrossamento della estremità mediale della clavicola a ridosso dell’articolazione sterno clavicolare ma senza interessamento diretto della articolazione. La scintigrafia risulta positiva e TAC e RNM mostrano assenza di coinvolgimento dei tessuti molli circostanti.

Questa affezione colpisce donne in fase di ape menopausa. Dolore modesto, ingrossamento della base del collo in corrispondenza della clavicola sono presenti dopo diverso tempo. I movimenti non determinano peggioramento dei sintomi. Dopo alcuni anni dall’inizio dei disturbi  si manifesta un gonfiore “solido” adiacente all’articolazione sterno clavicolare. Gli esami del sangue sono normali. L’eziologia della malattia non è chiara, la sua evoluzione va tenuta sotto controllo.

Sindrome di Tietze

Caratterizzata da un gonfiore non suppurativo delle articolazioni sterno costali e della sterno costale. Questa patologia si presenta in genere tra i venti ed i quaranta anni. Stranamente la tonsillectomia è la cura più efficace di questa malattia.

Lussazione sterno clavicolare

La lussazione traumatica di questa articolazione andrà necessariamente trattata in ospedale.

lussazione
Disegno anatomico che mostra la differenza tra lussazione anteriore e posteriore

La lussazione posteriore può rappresentare una vera e propria emergenza medica.

Questo articolo non deve essere interpretato come consulenza medica o parere medico relativamente a fatti o circostanze specifiche. Per quanto riguarda la vostra personale situazione e risposta a domande specifiche siete invitati a consultare un professionista Medico. L’uso delle informazioni reperite su questo sito deve rispettare i termini e le condizioni d’uso.


Dott. Giuseppe Fanzone

Pubblicato il 08 luglio 2017
Ultimo aggiornamento:  08 luglio 2017
Dr. Giuseppe Fanzone

Dr. Giuseppe Fanzone

Mi chiamo Giuseppe Fanzone. Nato a Mazzarino nel 1967, al termine di una carriera scolastica irreprensibile, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia, magna cum laude, nel luglio del 1991, all’Università di Catania.

Iniziata prestissimo l’attività lavorativa, sono riuscito comunque a conciliarla con la vita familiare arricchita dalla nascita di tre splendidi figli.

Ho ottenuto il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università Campus Biomedico di Roma.

Sono iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Caltanissetta.

Sono diventato un Ortopedico “On Line” quasi per caso ma, questa condizione, ha finito per piacermi!

Attualmente lavoro come Medico Ortopedico nella UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’ Ospedale Umberto I di Enna dopo avere lavorato nell’altro ospedale della ASP di Enna Il Michele Chiello di Piazza Armerina.

colesterolo-kiwi

Prodotti naturali per abbassare il colesterolo

informazione medica

Salute on line: avviso e precauzioni d’uso

4 Comments

  1. Sono una signora di 67 anni e da circa un anno ho un gonfiore alla base del collo sia a destra che a sinistra, non ho dolore ma da supina avverto una lieve difficolta’ a respirare, il mio medico dice che e’ grasso ma io nutro qualche dubbio, da supina ho anche dolore alla parte destra della shiena all’altezza del polmone cosa mi cosiglia ?
    Grazie Anna

  2. Buongiorno dottore, sono una donna di 42 anni e da qualche giorno ho notato un’alterazione in corrispondenza dell’estremità mediale della clavicola, come un “becco”. Il medico sostituto di famiglia (la mia è in ferie) mi ha detto che è un’asimmetria, ma io conosco il mio corpo da 42 anni, tanto più che mi spalmo la crema tutte le sere in quella zona. Non è dolorante e non c’è edema. Siccome mia madre è morta di carcinoma mammario e sternale non vorrei sottovalutare la cosa.Vorrei fare un esame diagnostico privatamente, quale è più indicato in questo caso? una ecografia o RM? oppure una visita specialistica ortopedica? fisiatrica? Siccome soffro anche di fibromialgia è più indicato un reumatologo? La ringrazio per l’articolo, ho fatto fatica a trovare informazioni a riguardo.

Rispondi a Dr. Giuseppe Fanzone Annulla risposta