close
Lesione di Hill Sachs

Lesione di Hill Sachs

7 novembre 2012spalla25191Views104Comments

La frattura da impatto della testa dell’omero.

viene definita frattura di Hill Sachs. Tipicamente si verifica allorché la testa dell’omero, durante un episodio di lussazione anteriore, viene compressa contro il margine osseo della glena scapolare (la porzione articolare della scapola). La glena scapolare possiede infatti un margine tagliente che risulta in grado di scalfire o bucare la testa dell’ omero qualora questa la urti.

Una lussazione della spalla (lussazione gleno omerale) generalmente è provocata da un episodio traumatico di una certa intensità. Questo è vero soprattutto per il “primo” episodio di lussazione della spalla. In caso di precedenti traumi possono bastare anche banali movimenti dell’arto superiore come girarsi nel letto, sbadigliare platealmente, abbracciare un amico con troppa foga o attività ludiche.

Nei casi di lussazione recidivante di spalla (che si ripresenta per più di tre volte) o di lussazione abituale di spalla (che si presenta periodicamente e ben oltre le 3 volte) la lesione di Hill Sachs (frattura da impatto della testa omerale) viene rilevata in oltre il 90% dei casi.

Diagnosi della Hill Sachs

La maggior parte di queste lesioni viene diagnosticata alla prima radiografia o comunque al primo accesso del paziente al pronto soccorso, da parte del radiologo o da parte dell’ortopedico insieme alla diagnosi di lussazione di spalla. Il suo riconoscimento serve anche nel caso la lussazione sia già stata ridotta, cioè la testa omerale sia stata riposizionata, prima di avere eseguito le radiografie, perché in questo caso la Hill Sachs diventa “testimone” dell’evento traumatico a carico della scapolo omerale (questo riconoscimento può avere importanza dal punto di vista medico legale in caso di contenzioso). In alcuni casi sarà necessario eseguire un esame TC o di RNM.

Trattamento frattura da impatto della testa dell’omero

La lesione di Hill Sachs non necessita di uno specifico trattamento. La scapolo omerale ridotta viene trattata come per ogni altra lussazione di spalla. In caso residui una instabilità (ripetuti episodi di lussazione) la frattura di Hill Sachs andrà trattata nell’ottica globale di stabilizzare la spalla. A tale proposito esistono diversi metodi ed approcci chirurgici.

In alcuni casi la lesione di Hill Sachs è associata alla lesione di Bankart.

Note:

Il termine (eponimo) usato di lesione di Hill Sachs o frattura di Hill Sachs prende origine dal cognome dei due illustri medici statunitensi che la hanno descritta per primi (Harold Arthur Hill (1901-1973) e Maurice David Sachs (1909-1987)) (1)

Tutte le immagini presenti riguardano interventi di Ortopedia eseguiti personalmente dal dott. Giuseppe Fanzone in Ospedale a Piazza Armerina Enna.

Riferimenti bibliografici:

1) Hill HA, Sachs MD. The grooved defect of the humeral head: a frequently unrecognized complication of dislocations of the shoulder joint. Radiology 1940; 35:690-700 J Am Acad Orthop Surg. 2012 Apr;20(4):242-52.

The Hill-Sachs lesion: diagnosis, classification, and management. Provencher MT, Frank RM, Leclere LE, Metzger PD, Ryu JJ, Bernhardson A, Romeo AA. Department of Orthopaedic Surgery, Naval Medical Center, San Diego, CA, USA.

Questo articolo non deve essere interpretato come consulenza medica o parere medico relativamente a fatti o circostanze specifiche. Per quanto riguarda la vostra personale situazione e risposta a domande specifiche siete invitati a consultare un professionista Medico. L’uso delle informazioni reperite su questo sito deve rispettare i termini e le condizioni d’uso.

Dott. Giuseppe Fanzone

Pubblicato il 07 novrmbre 2012
Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2016
Tags:spalla
Dr. Giuseppe Fanzone

Dr. Giuseppe Fanzone

Mi chiamo Giuseppe Fanzone. Nato a Mazzarino nel 1967, al termine di una carriera scolastica irreprensibile, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia, magna cum laude, nel luglio del 1991, all’Università di Catania. Iniziata prestissimo l’attività lavorativa, sono riuscito comunque a conciliarla con la vita familiare arricchita dalla nascita di tre splendidi figli. Ho ottenuto il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università Campus Biomedico di Roma. Sono iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Caltanissetta. Sono diventato un Ortopedico “On Line” quasi per caso ma, questa condizione, ha finito per piacermi! Attualmente lavoro come Medico Ortopedico nella UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’ Ospedale Umberto I di Enna dopo avere lavorato nell'altro ospedale della ASP di Enna Il Michele Chiello di Piazza Armerina.

Lussazione di gomito

stampelle, deambulatore, canadesi

Come usare le stampelle

104 Comments

  1. Gentile Dott. Fanzone,
    mi chiamo Dott. Mauro Mario e sono il direttore responsabile della testata biomedica ortopedica Medicina e Chirurgia Ortopedica.
    Ho visto che è molto attivo redazionalmente e leggendo alcuni suoi scritti mi sono ripromesso di contattarla per valutare assieme a Lei la possibilità di ricevere un suo contributo scientifico da pubblicare sulla testata in questione e sul recente portale web internazionale…

  2. Salve Dottore, le segnalo il mio caso e chiedo una Sua opinione in merito. In seguito ad un incidente in bicicletta mentre mi recavo al lavoro ho riportato la lussazione (subito rientrata) della spalla dx. Al pronto soccorso, dopo la radiografia è stata riscontrata una frattura del margine inferiore della glena omerale. L’ortopedico non ha ritenuto necessario l’intervento chirurgico e ha disposto 2 cicli da 10 sedute di riabilitazione. Non avendo recuperato la mobilità della spalla, a distanza di 4 mesi dall’incidente, il medico legale dell’INAIL ha disposto una RMN dalla quale è emersauna una lesione di Hill-Sachs associata ad una lesione di Bankart con alterata morfologia del tendine sovraspinoso (rottura del tendine stesso), ecc.. precedentemente non diagnosticate.
    Secondo Lei vi sono gli estremi per un contenzioso nei confronti dell’ortopedico che ha effettuato la prima diagnosi (o di altri)?
    Ringrazio anticipatamente e attendo con ansia una Sua opinione.
    Antonio

    1. La hill sachs è conosciuta come lesione che a volte i radiologi non riconoscono alle radiografie ma che comunque non necessita di un trattamento chirurgico in acuto (a poche ore o giorni dal trauma) ma semmai di una valutazione nel tempo ed un eventuale intervento solo se la spalla non dovesse ben guarire. Dato i 4 mesi passati le consiglierei di continuare a fare fisioterapia, magari prima conultando un Fisiatra.
      Mi occupo di consulenze medico legali ma in questo caso…

      1. Francamente non capisco. Secondo Lei vi sono responsabilità attribuibili all’equip medica del pronto soccorso oppure no?
        I 4 mesi non sarebbero passati se le lesioni in oggetto fossero state diagnosticate a tempo debito.
        A quest’ora avrei già fatto l’intervento e sarei a buon punto con la ripresa della funzionalità della spalla..

        1. Non mi è possibile, e non voglio, scendere nei particolari di condizioni e patologie che non conosco personalmente. In senso generale, prima di intraprendere azioni risarcitorie bisogna valutare che la lesione iniziale non è responasabilità di nessuno (nemmeno del paziente). Avrebbe cioè determinato in ogni caso conseguenze fisiche e quindi bisogna prima essere certi di non avere conseguenze eccedenti quelle che normalmente si sarebbero potute prevedere.

  3. salve sono caduto sul lavoro e mi sono lussato la spalla sinistra i soccorsi sono arrivati dopo 40 minuti e la spalla e stata rimessa a posto dopo 4 ore con anestesia totale mi hanno dimesso con un bendaggio e dicendo che era tutto a posto dopo 3 settimane mi hanno tolto il bendaggio e io ho fatto presente che ho avuto il dolore per tutto il tempo da non dormire la notte nonostante gli antidolorifici che mi avevano prescritto tachidol oggi dopo 32 giorni dalla lussazione ho ancora il dolore continuo e prendendo le risposte di una tac che ho fatto fare a mie spese visto che per la asl non avevo niente e saltato fuori questa diagnosi frattura dibankart con assocciata ad avvallamento della porzione posteriore della testa omerale come per probabile hill sachs cosa devo fare per non soffrire piu per il dolore devo operarmi grazie mille

    1. E’ un intervento complesso! Sicuramente indicato però nel suo caso. Se il dolore, pur presente, non è elevato, se fosse un mio paziente preferirirei, a questo punto aspettare, praticare una buona terpia antidolorifica ed eseguire un ciclo di FKT per non perdere tono muscolare riservando il tratttamento chirurgico alla cura degli esiti residui.

  4. salve sono francesco ho 30 anni le volevo chiedere che nel lontano 1999 a seguito di una caduta mi si è lussata la spalla sinistra completamente poi ho cercato di muoverla e si è messa a posto poi sono andato in ospedale e mi hanno fasciato per una settimana ed è finita così diciamo!poi nel 2002 sono scivolato su dell erba bagna cadendo dal lato sinistro ho messo la mano d’istinto per alleviare il colpo diciamo ma si è lussata dinuovo la spalla che come la prima volta è rientra le sto parlando del mese di aprile poi in agosto giocando a pallavvolo sulla spiaggia saltavo con il braccio sinistro verso l’alto normalmente e senza nessuna caduta si lussava dinuovo la spalla!allorchè dopo altri episodi di questo tipo decidevo nel giugno del 2003 di farmi un intervento chirurgico che l’ortopedico ha deciso di effettuare a cielo aperto e mi aveva garantito che potevo fare qualsiasi cosa giocare a pallone e tutto che nn avrei avuto più problemi perchè aveva suturato lo strappo che avevo ed era tutto apposto!!cmq io nn ho giocato più a pallone e cercavo di nn fare sforzi per una mia scelta me la riguardavo qualunque cosa facessi!quando invece nell’estate del 2004 mi trovavo al mare mentre stavo nuotando normalmete mi si lussa la spalla dinuovo,così senza nessuna caduta e niente e da li poi fino ad oggi una serie di lussazioni infinite addirittura anche mentre dormo e nei movimenti più banali fino ad essere arrivato a un 25/30 lussazioni fino ad oggi.Mo vorrei un suo consiglio nn vorrei rioperarmi e continuare ad avere lo stesso problema?perchè se io fossi sicuro che con un altro intervento risolverei il problema andrei anche domani perchè è un problema che mi afflige enn mi da tregua e vorrei tanto risorverlo!mi scuso con lei se sono stato troppo lungo ma ho voluto dirle quasi tutto per farle capire meglio il problema adesso aspetto una sua risposta grazie.

    1. Mi pare necessario un adeguato approfondimento sul tipo di lussazione (in quale direzione si lussa la spalla) e poi serenamnte, per come è possibile, proporrei un nuovo intervento. Tutte queste lussazioni sono un serio danno alla qualità di vita. In alternativa un valido programma di rinforzo muscolare e di aumento della capacità propriocettiva.

      1. la spalla si lussa verso il basso!comunque come le ho gia detto un altro intervento io lo farei volentieri anzi di corsa basta che risolverei il problema perche nn è più vita che posso fare ho paura di fare qualsiasi cosa un po di tempo fa mentre ero in macchina come passeggero vado a prendere una bottiglia di plastica sul cruscotto per metterla dietro sul sedile come giro il braccio si lussa la spalla con una facilità impressionante poi sono uscito dalla macchina mi sono sdraiato su un marciapiede con il braccio all indietro e ho detto al mio amico che guidava di tirarmela fino a quando nn gli dicevo io che era entrata perchè ormai di quanto volte si è lussata la so mettere anche posto anche se mi manca il respiro dal dolore ogni volta.se ne avrò la possibbilità vorrei farmi visitare da lei anche se mi viene un po lontano perchè io sono di un paesino della provincia di reggio calabria.

  5. salve, io le avevo risposto ieri ma adesso qui nn vedo la risposta che le avevo scritto nn so perchè!comunque la spalla si lussa e si è lussata sempre verso il basso.Come dice lei io lo farei un altro intervento molto volentieri anzi di corsa basta che risolverei questo problema!ormai non posso più andare avanti così ho paura di fare qualsiasi cosa anche le più banali e normali di questo mondo,poco tempo fa ero in macchina con un mio amico dal lato passeggero e ho preso una bottiglia di plastica sul cruscotto per metterla sul sedile dietro, come giro il braccio per posare la bottiglia sul sedile si lussa la spalla con una facilità impressionante quindi sono sceso dalla macchina e mi sono sdraiato sul marciapiede con il braccio all indietro e gli ho detto al mio amico di tirarmi la mano finchè io nn gli avrei detto basta perchè per quanto volte si è lussata la so mettere a posto pure! cmq le volevo dire non so se lo conosce ad operarmi è stato il dott massimo misiti a belvedere in provincia di cosenza anche se nn so se chiamarlo dottore visto che dopo l intervento nn è cambiato assolutamente niente perchè come me la sentivo prima dell’intervento la spalla me la sentivo dopo mi sono solo assorbito i dolori dell’intervento e basta!infatti dopo poco più di un anno si è lussata dinuovo ma il bello è che si è lussata così senza nessuna caduta o trauma questo è che mi ha lasciato di sasso, e detto da lui potevo fare qualsiasi cosa! quando glie lo detto a lui mi ha detto che era impossibile che si era lussata dinuovo e per giunta in quel modo mentre nuotavo poi me ne sono andato e nn lo voluto più vedere.io nn so se avrò la possibilità ma mi vorrei far fare una visita da lei anche se mi viene un po lontano perhcè io sono di un paesino della provincia di reggio calabria.

    1. I commenti e le risposte su questo blog devono sempre ricevere una aprovazione dallo staff prima di essere visibili, per questa ragione la sua prima ripsosta non è comparsa prima. Riguardo alla necessità di trattamento non ho dubbio. Per essere visitato da me dovrà venire a trovarmi. Poi ne parliamo a telefono.

  6. salve ho 50 anni e 4 mesi fa cadendo mi sono lussato la spalla sinistra rimessa a posto dopo 4 ore con anestesia totale dalla risonanza fatta dopo 2 mesi di dolore e risultato che ho la frattura di bankart e hill sach con il distacco di 2 frammenti ossei e un legamento assotigliato oggi a 4 mesi dal incidente mi e stato consigliato di fare l intervento cosa ne pensa e in cosa consiste i due frammenti ossei li tolgono o li rimettono dov erano e se si miinseriscono dei chiodi? grazie mille

    1. La persistenza di dolore e l’esito della RNM indicano sicuramente la opportunità di un intervento chirurgico a patto che…si sia prima eseguita una buona fisioterapia. Riguardo ai frammenti non saprei ed alle ancorette dipende dal tipo di intervento che eventualmente verrà eseguito.

  7. salve, sono un ragazzo di 16, l’altro giorno cadendo è uscito il braccio dalla spalla, con alcuni aiuti prima di andare all’ospedale è stata rimessa al posto. Sulle carte dell’ospedale c’è scritto che ho un piccolo distacco del margine inferiore della glena scapolare sinistra, e una frattura chiusa della cavità glenoidea e del collo della scatola. il dottore mi ha fatto indossare un tutore con cuscino a 20 gradi. Alcune persone che lavorano in una sanitaria, hanno detto che per loro è eccessivo questo tipo di tutore. Se è possibile volevo un suo parere. Aspetto un sua risposta, la ringrazio in anticipo.

  8. Buona sera Dott, sono un ragazzo di 19 anni e, lanciandomi col paracadute ho subito una lussazione alla spalla destra, subito rientrata, poi ne ho subita un’altra (mentre ero a letto) il giorno dopo, rientrata dopo circa mezz’ora di dolore acuto, ed infine la terza e ultima volta (a letto) durante la quale son dovuto andare al pronto soccorso. Dalla RM mi son state riscontrate lesioni:in instabilità TUBS; lesione al cercine sottoequatoriale tipo ALPSA e lesione di Hill-Sachs. Secondo lei necessito obbligatoriamente di un intervento chirurgico o, con la dovuta riabilitazione potrei “uscire” da questo fastidioso problema? Ora riesco a fare tutti i movimenti però non senza qualche dolore.

    Colgo l’occasione per farle i miei complimenti e cordiali saluti,

    Giacomo.

    1. Mi sembra di capire che ci siano tutti i canoni per proporre un intervento. I chirurghi più attenti al paziente consigliano sempre da 3 a 6 mesi di buona (buonissima) fisioterapia con rinforzo muscolare, il tutto prima di decidere.

  9. Buongiorno Dr Giuseppe Fanzone volevo chiedere mio figlio l durante una partita di Rugby avuto la fuori uscita della spalla dx il referto della RM del 17/12/2013 descrive cosi
    Regolare morfologia e segnale delle componenti osteoarticolari acromion-claveari.
    Encoche della porzione superoposterolaterale della testa omerale come da lesione di Hill-Sanchs,associata ad edama della spongiosa.
    Non evidenti definite alterazioni di segnale ,morfologia e decorso delle strutture tenocapsuloligamentose di cuffia.
    la porzione anteroinferiore del cercine fibro-cartilabineo glenoideo appare dismorfica .smussa con scollamento capsulo-periosteo come da lesione di Bankert; aspetto lasso del legamento gleno omerale inferiore.
    presenza di significativo versamento intrarticolare .

    mi chiedo essendo la prima volta come va trattata mi consigliavano un trattamento chirugico in Artoscopia di capusula
    fiducioso in un suo riscontro
    Distinti Saluti
    Vincenzo

    1. Il rugby è uno splendido sport con un rischio di lesioni inferiore ad altri nonostante la sua ruvidezza.
      La lussazione di spalla e le necessarie lesioni associate vengono trattate in diverso modo. Tradizionalmente con la immobilizzazione. Più recentemente, ed è la corrente di pensiero che abbraccio, l’immobilizzazione è breve ed è subito seguita dalla ripresa controllata del movimento e dal potenziamento muscolare (nel caso di uno sportivo serve per non perdere tono). L’intervento chirurgico al primo episodio è posto come indicazione da autori anglosassoni ma mi pare che in Italia l’avviso sia diverso. In genere si aspetta di capire se la spalla ritorni stabile come prima mediante i naturali processi riparativi e l’ausilio della forza muscolare. Riguardo al trattamento in artroscopia esso è controverso, pochi casi ed esperienze limitate lo rendono incerto sui risultati a distanza, i detrattori ritengono che possa essere anche apportatore di nuove lesioni. Non tutti i chirurghi ortopedici lo praticano. In pratica l’esperienza personale mi induce a continuare a trattare le lussazioni al primo episodio con un atteggiamento di attesa. Ma questo è un parere personale, anche se condiviso dalla stragande maggioranza degli ortopedici italiani.

      1. Salve dottore io alla nascita sono stato tirato dalla spalla e m hanno strappato dei legamenti me ne hanno tolto uno dal polpaccio e messo dove era compromesso ma non riesco a fare alcun tipo di movimento ed ho il braccio più corto dell altro è possibile fare qualcosa non dico recuperarlo del tutto almeno recuperarlo in lunghezza ed in grandezza perché comincio ad avere problemi alla schiena sbilanciandomi a sinistra sono in attesa di una sua risposta un saluto

        1. Possibile allungare un braccio ma bisogna decidere, con calma e tranquillità, se risulta necessario, conveniente e risolutivo di un problema. La risposta al suo quesito è complessa, così come difficile eseguire ciò che richiede. Difficilmente troverà qualcuno disponibile a farlo.

  10. Salve dottore , volevo chiederle un parere esterno riguardo al mio problema . Ho un difetto glenoideo del 14,3 % in seguito a lussazioni recidive della spalla sinistra , volevo sapere a suo parere se in seguito all intervento è possobile
    di solito tornare alle attivitá fisiche ( pesistica e powerlifting ) e mediamente in quanto tempo . saluti.

      1. Grazie per la risposta dottore , le volevo chiedere un aspetto dell operazione ” Latarjet ” ; con il ” ginocchio” coracoideo viene spostato oltre al muscolo coracoideo anche il capo corto del bicipite ? , o è possibile tagliare solo una porzione ossea che non interessa l’ inserzione tendinea del bicipite ?

  11. Buongiorno Dr. Franzone, Mia moglie è caduta in casa ad inizio novembre ed ha riportato la lussazione della spalla dx, ridotta con successo in pronto soccorso e poi bloccata, dopo i raggi effettuati a venti giorni è stata prescritta la fisioterapia, ad un mese di distanza non era possibile ancora alzare il braccio, quindi si è convenuto per una RSN, che ha refertato: Frattura di Hill – Sachs, con netta depressione scodellare del versante laterale della testa omerale. Nei limiti i legamenti gleno-omerali e dei legamenti coraco-omerale ed coraco-acromiale, in esiti al trauma lussativo. Netto restringimento dello spazio sub-acromiale, con marcato assottigliamento del T. del sottospinato e della borsa sierosa, iperintesa. Lesione completa del T. del sovraspinato, con moncone prossimale molto sottile e deflesso sulla testa omerale, locale raccolta fluida. Lesione parziale del T. del sotto-scapolare. Moderato versamento gleno-omerale. Secondo la Sua esperienza visto il quadro clinico, che tipo di intervento va fatto e quale centro in Italia è adeguato. La ringrazio anticipatamente, per la Sua risposta.

  12. salve dottore,volevo dirle questo in base una sua risposta ad antonio cingolani.cioe’ lei dice che la lesione iniziale non deve essere colpa di nessuno”” forse non intendo ma lei sente dire che se io ho fatto un incidente per colpa mia e dopo l’ospedale mi manda a casa con una lussazione nel Hill Sachs e si sono accorti dopo 35 giorni e non contenti mi hanno operato d’urgenza e tappandomi un buco che si era fatto durante i 35 gg di tutore con un pezzo d’anca d’un donatore dandomi 0 di percentuale di riuscita che l’osso vitalizzasse con le mie be l’osso e morto e le viti sono allentate che ne pensa non le sembra che non hanno saputo operare per bene la loro professione”” oppure e’ uno sbaglio”’ ecco qua volevo arrivare io ho sbagliato a causare l’incidente e ben ho pagato tutte le conseguenze se la legge e’ legge chi sbaglia paga no”’ che dice lei”’ vogliamo essere umani,be chi sbaglia paga poi volevo ribadire che sta a vedere se non si accorgono per sbaglio o per incompetenza be con questo voglio dire ad antonio che l’errore c’e e un contenzioso ce sbagliare e umano e tutti pagano

    1. La mia comprensione personale e partecipazione al dolore è fuori dubbio! Il “danno” è sicuramente legato al trauma ed alla lesione subita. Questo danno in nessun modo è attribuibile al medico. La colpa professionale riguarda invece, a vario grado, non il danno iniziale ma quella parte di “danno” ulteriore. In altre parole e solamente per fare un esempio, se mi rompo il polso con un danno del 10 % e per causa di un trattamento errato il mio danno arriva al 12% la struttura sanitaria “paga” solo quel 2% in più. Sempre che ci sia stata una responsabilità in tal senso. Riguardo poi alla Hill Sachs è una lesione difficile da diagnosticare in prima battuta, in quasi tutti i casi viene diagnosticata solamente al persistere dei disturbi ulteriormente ai primi 30 o 40 giorni, in generale riterrei normale questo apparente ritardo di diagnosi. Viceversa se dovessi sempre escludere una Hill Sachs dovrei ricorrere alla medicina difensivistica che, mi creda sulla parola, di morti ne ha fatti fin troppi.
      Crede dovrei scrivere un articolo sull’argomento?

  13. Salve dottore mi chiamo francesco ho 31 anni,ho avuto diverse lussazioni della spalla sinistra una trentina in tutto!15 lussazioni le ho avute prima di un intervento che ho fatto nel 2003 a cielo aperto che però non è servito a nulla perchè a 2 anni di distanza nel 2005 la spalla si è lussata dinuovo senza aver subito nessun tipo di trauma solo mentre ero su un materassino in acqua con le braccia di sopra mentre nuotavo con i piedi!da li una lunga serie di lussazioni anche mentre dormivo altre 15 dopo l’intervento di quale l’ultima un mese fa appunto mentre dormivo siccome non ne posso più di fare questa vita ho deciso di fare una risonanza e se è necessario di fare un altro intervento basta che finisce questa odissea una volta per tutte!mo le scrivo qua il referto della risonanza che ho ritirato oggi.Lo studio RM è stato significativamente limitato dalla presenza di artefatti sia da movimento della PZ che tipo ferro- magnetico,quale esito del pregresso intervento chirurgico.
    Per quanto possibile:focale depressione scodelliforme della testa omerale in sede latero-posteriore al vertice,cui si associa circoscritto focolaio di imbibizione edematoso-emorragica della sottostante spongiosa midollare.Il rilievo appare compatibile con esiti di frattura da impatto tipo Hill-Sachs a seguito della pregressa riferita lussazione.
    Sospettabile avulisio del fibrocercine cartilagineo sul versante antero-inferiore della glena scapolare.
    Non alterazione morfo-strutturali dei tendini del sovra e dell’infraspinoso.
    Non valutabile il tendine del sottoscapolare per la presenza di artefatti di tipo ferro-magnetico.
    Non versamento nella borsa sub-acromion-deltidea.
    Minimi,iniziali fenomeni di artropatia degenerativa dell’articolazione acromion-claveare.
    Normale per decorso e struttura il tendine del capo lungo del bicipite con sottile film fluido peritendineo nella corrispondente guaina sinoviale.
    Questo è il referto adesso le volevo chiedere il suo parere di come sono messo e più omeno a cosa andrei in contro.La ringrazio tanto per il suo tempo.

      1. Grazie tanto mi sa che a parte le altre cose che mi ha detto proverò a fare un altro intervento sperando in un buon esito questa volta!Comunque le volevo chiedere un ultima cosa,più o meno a che tipo d’intervento andrei incontro in atroscopia oppure a cielo aperto?lo so che magari mi dovrebbe visitare di persona ma vorrei una sua opinione più o meno dalla sua esperienza.

        1. Possibile eseguire entrambe le metodiche, naturalmente l’intervento è lievemente diverso. Preferirei scegliere una via aperta, è un intervento complesso, di un tipo che personalmente mi piacerebbe affrontare…ma sarebbe la prima volta.

  14. Salve dottore le volevo chiedere se dopo un intervento latarjet con l’inserimento del pezzetto di osso con 2 viti di titanio la spalla si lussa ancora si può fare qualcosa o non si può fare più niente ?chirurgicamente intendo?grazie del suo tempo.

    1. La nuova lussazione ha creato nuovi problemi. Bisogna capire (lo si fa con TC e/o RNM) cosa si è danneggiato. Si sono danneggiati i tendini che “coprivano” la testa dell’omero oppure la porzione ossea? Credo che però un nuovo intervento possa essere altamente probabile. La tecnica da usare sarà decisa in base a quale struttura riparare. L’intervento in qualche misura è lo stesso Latarjet con le modifiche decise caso per caso.

  15. Buongiorno Dottore.
    Le scrivo per chiederle un parere.
    Ad inizio 2008 ho avuto una prima lussazione anteriore alla spalla a seguito di un trauma nello svolgimento di sport amatoriale.
    La risonanza in quell’occasione non ha riscontrato danni particolari.
    15 giorni fa alzandomi dal letto la stessa spalla si è lussata di nuovo e dagli esami mi è stata riscontrata Bankart + Hill Sacks.
    Vorrei sapere se secondo lei è consigliato l’intervento chirurgico oppure meglio rinforzare solo le spalle con fisioterapia e sport.
    La ringrazio anticipatamente.
    Pietro

    1. In ogni caso il rinforzo muscolare può essere utile. L’intervento non deve essere eseguito sulla risonanza ma su di una persona che quindi deve essere visitata e valutata in merito alla clinica, all’età, alle necessità funzionali, ai disturbi presenti…

  16. Salve dottore,le volevo chiedere che da un mese e mezzo ho fatto un intervento alla spalla secondo latarjet con innesto osseo del caracoide con 2 viti mo guardandomi allo specchio ho notato che la spalla operata è un bel pò più alta di quella non operata le volevo chiedere se è normale?grazie del suo tempo cordiali saluti.

  17. salve dott giorni fa causa incidente stradale ho fatto una ecografia alla spalla sinistra che accusavo dolore a movimento circolatorio e mi è stata diagnosticatauna frattura ahill spachs poi il giorno dopo facendo i rx alla spalla mi dicono che non vedono la frattura come è possibile questo cosa devo fare grazie lia

    1. La Hill Sachs è conosciuta per la sua sfuggevolezza. Difficile da vedere e a volte da diagnosticare. Non so come siano riusciti a diagnosticarla con una ecografia. Comunque essendo esito di un incidente stradale ritengo necessario approfondire anche in vista di una eventuale risarcimento.

    2. grazie della risposta ho fatto anche una risonanza che mi ha confermato la frattura di hills sachs ma dopo tante terapie laser e tecar e massaggi ancora oggi dopo un mese dall’incidente non vedo risultato ,ho dolore all’articolazione del braccio all’esterno e in alto come devo fare grazie lia

    3. salve dott la ringrazio le volevo dire che la spalla dopo tanta fisioterapia di tutti i generi si è bloccata ora non si tratta piu di curare una frattura di hill sachas ma è giunta una capsulite adesiva ho iniziato infiltrazioni di cortisone e anestetico ho la spalla congelata e molto dolorante sono ormai tre mesi che ho dolore prima per la frattura ore la capsulite adesiva mi hanno detto che è una cosa molto lunga e mi hanno sospeso tutta la fisioterapia da riprendere poi piu avanti sono giu di morale perche tutto questo mi impedisce anche di andare a lavorare grazie per qualsiasi consiglio lei mi vorra dare lia

  18. Salve dottore
    Io sono stato operato due mesi fa alla spalla sx per una riparazione del labbro glenoideo per una lesione di tipo salpò II con tendinopatia del clb, a distanza di due mesi dall’intervento, e dopo aver superato la fase del tutore (6 settimane) , e della fisioterapia passiva, oro sono nella fase di terapia attiva senza spinte, però sento la spalla scricchiolarmi molto, anche con scrocchi molto forti, nella parte anteriore della spalla e ho la sensazione anche nella vita quotidiana di avere la spalla poco fluida, all’ultima visita di controllo circa 20 giorni fa mi ė stato detto che era tutto nella norma, ora vorrei sapere se dopo 2 mesi dall’intervento i sintomi che sento ( rumori, schiocchI e sensazione di poca fluidità) siano normali facenti parte del normale iter post operatorio o mi dovrei preoccupare,? I rumori e gli schiocchi li sento in particolare quando extra ruoto il braccio, come se la testa dell’omero non fosse centrata , premetto che ho perso quasi tutto il tono muscolare del deltoide, e degli altri muscoli causa le 6 settimane di inabilità , nell’attesa di una sua risposta le dico grazie in anticipo

    1. Non conosco la classificazione di Salpò, ritengo che la sua fosse una lesione SLAP II, se mi conferma Salpò dovrò andare a studiare 😉
      La ripresa è prevista, dopo intervento, in un periodo di circa 6 mesi.
      Nel descrivere il suo caso ha già fatto diagnosi. Scrosci, schiocchi e poca fluidità sono chiari segni di incapacità di un corretto movimento della spalla. Bisogna migliorare la fisioterapia seguendo però in maniera assoluta le indicazioni del chirurgo. In senso generale adesso potrebbe iniziare il potenziamento muscolare in catena cinetica aperta e chiusa, eccentrico e concentrico e pliometrico. Chieda al suo fisioterapista se può applicare la “core stability”.

  19. Salve dottore,ho 31 anni e ho un po di scogliosi a questa età si può correggere in qualche modo o bisogna intervenire per forza chirurgicamente vista l’età?Grazie cordiali saluti.

    1. La scoliosi non si può correggere a 30 anni, se si intende “rimettere dritta” la schiena. Si può però migliorare la situazione irrobustendo i muscoli e perfezionando la propria postura. Chirurgia? Possibile ma con indicazioni molto ristrette e solo per casi gravi con impegno funzionale e respiratorio.

      1. se mi metto davanti allo specchio e sto rilassato ho la spalla sinistra un po più alta della destra e il dottore mi ha detto che ho un po di scogliosi si può lasciare stare oppure a lungo andare avrò dei problemi?visto che come dice lei ormai a 31 anni non si può fare granchè!!

  20. Salve Dottore, ho 43 anni ed il 14 giugno di quest’anno , cadendo dalla bici, ho avuto una lussazione alla spalla dx. Dopo quasi 4 ore di attesa al pronto soccorso me l’hanno fatta rientrare, senza anestesia. Ho fatto una Tac il cui esito dice letteralmente. ” Focale depressione del profilo corticale posteriore della testa omerale, quale esiti di lesione fratturativa di Hill-Sachs. Rapporti articolari gleno-omerali attualmente conservati. Non significativo versamento articolare.
    Ho portato il tutore per 20 gg e per 15 gg ho fatto un p0′ di movimenti da sola. Ora, da 3 gg, sto facendo fisioterapia mattina e pomeriggio da un fisiatra. Le chiedo se tutto ciò che sto facendo sia corretto, tutto questo suggerito dall’ortopedico dell’ospedale. In attesa di una sua risposta, la saluto.

  21. Buongiorno Dottore.Sono caduto dalla bici urtando la spalla sinistra. Dopo essere stato la pronto soccorso ho appena fatto la TAC con il seguente referto “FRATTURA DELLA GLENA SCAPOLARE IN SEDE POSTERIORE INTERESSANTE LA SUPERFICIE ARTICOLARE E CON DISTACCO DI GROSSOLANO FRAMMENTO OSSEO COMPRENDENTE IL LABBRO GLENOIDEO POSTERIORE. ALTRE RIME FRATTURE COMPOSTE SONO EVIDENTI IN CORRISPONDENZA DEL CORPO DELLA SCAPOLA. NON EVIDENTI LESIONI OSSEE TRAUMATICHE A CARICO DELLE RESTANTI STRUTTURE OSSEE DELLA SPALLA”. Sento un dolore al momento sopportabile. Mi dovrei preoccuparmi?. In attesa di una Sua risposta la saluto cordialmente.

    1. Frattura piuttosto rara. A volte viene operata. In ogni caso il problema non è la guarigione della frattura ma la eventualità che la spalla divenga instabile. Questo raro evento non è prevedibile. Pertanto le consiglio di stare tranquillo e seguire le indicazioni terapeutiche del suo Curante.

  22. SAlve dottore,le volevo chiedere che a maggio ho subito un intervento secondo latarjet alla spalla sinistra e adesso ho 2 viti in titanio!adesso ho un problema al ginocchio sinistro e vorrei fare una risonanza magnetica mo mi domandavo se le viti nella spalla possono essere un problema per la risonanza le volevo chiedere se la posso fare oppure no la risonanza?grazie per il suo tempo cordiali saluti.

    1. Il titanio è usato anche per questa ragione. Potrebbe succedere che il radiologo le chieda la certificazione di diamagneticità. Il suo chirurgo potrebbe dirle quale è la ditta prodruttrice e le specifiche in tal senso.

  23. Salve Dottore
    le scrivo per mio figlio che ha 21 anni e nel 2012 ha avuto una lussazione alla spalla e da quel giorno diverse altre.
    Ha fatto l’Artrorisonanza magnetica con MCD e questo è quanto gli è stato riscontrato.
    In quadro di discreta displasia glenoidea a tipo glena piatta,si osservano esiti di lesione di Bankart del labbro glenoideo sottoequatoriale da ore 3 a ore 6 con coinvolgimento traumatico del complesso legamentoso gleno-omerale inferiore e discreta iperdistensibilita capsulare antero-inferiore; si associa irregolarita del profilo osteocondrale glenoideo a tale livello.
    Alterazione morfologica della porzione postero-supero-laterale della testa omerale in esiti di lesione a tipo Hill-Sachs.
    Non significative alterazioni del labbro glenoideo nelle restanti porzioni.
    Nella norma L’intervallo dei rotatori de il CLB in presenza di ancora bicipitali di tipo 1.
    Non significative alterazioni dellle componenti tendinee della cuffia dei rotatori

  24. Vorrei sapere quale intervento deve fare per risolvere il problema e quali sono i rischi…grazie
    la ringrazio anticipatamente..

  25. Salve dottore, 3 settimane fa ho subito un intervento in artroscopia Bankart a causa di lussazioni recidive alla spalla dx.

    Oggi portavo il tutore a tavola mentre mangiavo e mi sono appoggiato con il braccio operato su una coscia con una lieve rotazione interna. Ho avuto subito la sensazione che la spalla sia fuoriuscita con uno scatto veloce e allo stesso tempo rientrata, come un spostamento. Non ho provato alcun dolore. E possibile che la spalla sia fuoriuscita già dopo 3 settimane senza alcun trauma e senza dolori o era solo una mia senzazione ? Quali altre ragioni possono aver causato questa sensazione ?

    Grazie per il Suo tempo

    Cordiali saluti

      1. Grazie per la risposta.

        Oggi dopo una seduta con il mio chirurgo ( un esperto nel campo) mi ha detto che una sublussazione con il tutore adosso e senza alcun dolore sia un evento improbabile.

        Secondo lui puo essere stata una mia sensazione o pure i muscoli che dato che non sono stati usati nelle ultime settimane hanno un po ceduto e la spalla si sia spostata minimamente pero’ senza lussazione.

        Mi ha pure detto che é normale dopo un intervento che la spalla puo sbattere rumorosamente e subire dei piccoli scatti.

        Vorrei il Suo parere su questa risposta…

        Grazie in anticipo

  26. Buongiorno dottore,

    Grazie intanto del tempo che mi dedicherà nel leggere questo mio commento. Sono un ragazzo di 23 anni e all’età di 19 anni ( 4 anni fa ) mentre facevo una partita di calcetto sono caduto sulla spalla sinistra che è uscita e rientrata spontaneamente.
    Da allora ho avvertito instabilità nella spalla nel fare movimenti particolari,e ho subito altre 6/7 lussazioni. Nei primi due tre casi di lussazione sono riuscito spontaneamente a far rientrare la spalla, mi è stato chiesto di fare una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione di Bankart e una lesione di Hill-Sachs senza danni ai tendini/legamenti.
    Successivamente mi è uscita altre volte la spalla e sono dovuto andare al pronto soccorso in quanto non sono piu riuscito a rimetterla in sede da solo, l’ultima volta proprio due giorni fa . Ora, apparte il consultare un ortopedico, è possibile secondo lei risolvere in modo diverso dall’intervento chirurgico, o quest’ultimo è l’unica via per risolvere definitivamente il problema ? In genere un intervento del genere in che modo viene eseguito, a cielo aperto o in artroscopia ?
    E ultima curiosità , secondo lei , visto che le prime volte tornava in sede da sola e ( dopo aver fatto la risonanza magnetica ) le ultime volte non riuscivo da solo a farla rientrare, è possibile che in questo ultimo periodo si siano anche creati danni ai tendini/legamenti ? In tal caso la situazione immagino sia piu complicata.
    Grazie mille

    1. La chirurgia è una strada da seguire. Se non la si vuole percorrere sarà opportuno iniziare comunque un adeguato ed intenso piano di potenziamento muscolare. Questo probabilmente non risolverà del tutto il problema ma potrebbe ridurre l’evento lussazione.
      La tecnica più nota è aconosciuta come Latarjet .
      La mancata autoriduzione penso sia dovuta più al dolore che ad altro.

      1. Dottore,
        Nonostante lesione di Bankart e Hill-Sachs pensa che potrei tamponare il problema con esercizi mirati per il rafforzamento muscolare ?

        A questo punto le chiedo, secondo lei questi esercizi sono validi e sono un buon punto di partenza?
        ospedaleniguarda.it/admin/neuws/uploads/infirmative/SPALLA.pdf

        Grazie per il tempo che mi ha dedicato.

        1. Gli esercizi sono fondamentali… il miglioramento è netto. Riguardo alla esecuzione si trovano diversi moduli on line però almeno all’inizio la guida di un maestro è fondamentale anche perchè non esistono schemi di ginnastica applicabili indistantamente a tutti, bisognerà personalizzare.

  27. Buongiorno dottore .
    In conseguenza a una caduta dalla moto , ho riportato la lussazione della spalla dx.
    Dato il dolore intenso, ho provato e sono riuscito a rimettere in sede la spalla .
    Dopo due settimane , dato il dolore ancora presente mi sono recato in ospedale per una RNM.
    Ecco il referto : “non evidenti alterazioni a carico delle strutture tendinee componenti la cuffia dei rotatori.
    In riferiti esiti traumatici si dimostra aspetto francamente affossato del profilo anteriore della testa omerale diffusamente edematoso, compatibile con la frattura di Hill-Sasch inversa.
    Alterazione di morfologia e segnale della capsula articolare sul versante anteriore su base meta-traumatica per possibile rottura di capsula. I legamenti glenomerali medio e inferiore sono alterati, per verosimile rottura.
    Il labbro anteriore del cercine glenoideo presenta alterazione di morfologia e segnale per rottura dello stesso con distacco.
    Versamento intrarticolare scapolomerale con borsite subacronion-deltoidea e sottocoracoidea.
    Tenosinovite del tendine capolungo del bicipite, che è in sede.

    La cosa che più mi preoccupa è la frattura di Hill-Sachs inversa .
    Verosimilmente questa frattura esclude l’intervento in artroscopia?
    Che tipo di recupero intravede?
    Sono un artigiano edile e lavoro in proprio : saranno lunghi i tempi di recupero?
    La ringrazio anticipatamente per l’attenzione e mi scuso per la prolissità.
    Un saluto a Lei
    Massimo

    1. E’ una lesione altamente “fastidiosa”, difficile trattarla chirurgicamente e francamente non sempre necessario. Consiglierei in casi analoghi riposo ma senza perdere il movimento e aspetterei di capire come il suo corpo sarà in grado di riparare. In generale il nostro corpo è un bravo artigiano.

      1. Buonasera Dottore .
        La ringrazio per l’estrema cortesia e per la professionalità che dimostra.
        Oggi dopo un consulto diretto da un suo collega , ho riscontrato la medesima diagnosi e terapia .
        Complimenti ancora.
        Grazie
        Massimo

  28. Salve dott.. Ho 20 anni il 19 dicembre a causa di un movimento ripetuto ho subito una lussazione alla spalla dx…subito rientrata dopo qualche secondo…ad oggi quando faccio dei movimenti verso l’esterno sento Un Tac..che parte dalla spalla e arriva fino al gomito, la risonanza non evidenzia alterazioni alla cuffia dei rotatori ne al sotyoscapolare ne al tendine del capoluogo ma evidenzia un espressione da edema della spingiosa ossa in sequele di lesione hill sachs…volevo chiedere se il rumore articolare che sento può migliorare con la fisioterapia o sarà necessario un intervento …e se devo tenere fermo il braccio o no perché in pronto soccorso non mi hanno neanche fatto fare una radiografia ne immobilizzato la spalla …Grazie in anticipo

  29. Salve Dottore,
    25 giorni fa sono caduto lussandomi la spalla destra, rimessa a posto al pronto soccorso dopo circa due ore, dalle rx effettuate in pronto soccorso non sono emerse fratture. L’altro ieri ho effettuato una RMN che dice: Incisura del versante postero superiore della testa omerale con edema intraspongioso sottostante da frattura di hill sachs. Concomita irregolarita’ oist traumatica del margine glenoideo anteroinferiore da frattura di bankart. Si associa irregolarita’ ed ispessimento del complesso capsulo legamentoso gleno omerale anteroinferiore. Conservato lo spazio adiposto di scorrimento sottoacromiale. Nei limiti i tendini della cuffia dei rotatori.Tendine del capo lungo del m. bicipide in sede, con regolare segnale né si rileva sovra distensione della sua guaina. Sostanzialmente nella norma l’articolazione acromion-claveare-omerale. Assenza di idrarto. Attualmente ho i movimenti limitati da un tutore, che mi e’ stato detto in ospedale di portare per 3/4 settimane. Secondo lei e’ il caso ora di iniziare una normale riabilitazione oppure potrebbero esserci condizioni particolare da dover ricorrere ad un eventuale intervento chirurgico. Grazie mille

  30. Salve dottore, io nel 2012 ho avuto una lussazione spalla sx, dopo avermela messa a posto e bloccats per 15 giorni ho cominciato la fiseoterapia e nel frattempo ho fatto una risonanza con seguente diagnosi disomogeneità del cercine glenoideo antero inferiore con apparente lesione o fissurazione, esiti di lesione di Hill Sachs a carico del versante supero esterno della testa omerale, disomogeneità del legamentogleno omerale medio, adesso nn mi si è più lussata senza intervento, mi fa male solo al cambiamento climatico, le volevo solo chiedere che per lavoro faccio lautista con carico e scarico di materiale e movimenti particolari d se secondo lei era il caso di cambiare mestiere, grazie

  31. Salve Dottore, a seguito di dolore insistente nella parte posteriore della spalla ho effettuato RM che ha evidenziato una moderata disomogeneità del fibrocercine cartilagine sul versante anteriore della glena ed,in corrispondenza, una focale depressione scodelliforme della testa omerale sul versante postero esterno. Mi è stata diagnosticata come postumo di una lussazione ma io non mai avuto traumi alla spalla nè tantomemo lussazioni. Come ritiene possa essere possibile? Sto effettuando sedute di tecar consigliatemi dallo specialista ma il dolore non passa. Grazie

  32. Buongiorno dottore mi chiamo Massimo e ho 42 anni,vorrei proporle il mio caso clinico per avere una sua opinione…il 01-08-2016 ho avuto un trauma da elettrocuzione da minimo 380 volt con implosione sulla spalla sx…dopo rm il verdetto è il seguente:
    Si rileva la frattura della testa omerale a carico della metà anteriore,estendentesi a coinvolgere anche la base del trochide,con diffuso edema della spongia ossea coinvolta.La presenza di un modesto versamento intra-articolare fa rilevare un’inserzione capillare di tipo 3.
    dopo visita ortopedica il dottore ha tutto le seguenti conclusioni:
    Non attuali indicazioni chirurgiche.Utile FKT esercizi rinforzo centratori ed abbassatori testa omerale.tra 90 gg RMN di controllo rivalutazione ortopedica.
    sento spesso parlare di immobilizzazione con tutori ma nel mio caso non mi è stato prescritto nulla,secondo lei è il caso che segua questa terapia o può consigliarmi qualcosa di diverso…???

    grazie…

  33. Buonasera dottore.A seguito di un dolore alla spalla sx ho effettuato una RMN che dice: Nel contesto del tratto peri-inserzionale del tendine sopraspinato si apprezza vasto focolaiodegenerativo con estesa disomogenea alterazione del segnale.Il tendine è diffusamente ispessito.Scarso il il residuo di fibre valide.Ridotto lo spazio subacromiale con ipertrofia artrosica dell’articolazione acromion-claveare.Sono presenti vaste lesioni ossee degenerative a carico della testa omerale.Il mio medico di base mi ha fatto fare anche una RX con referto di:presenza di areole di osteorarefazione a livello del trochite e del collo omerale, delimitate da sottile cercine regolare e di dimensione varie ( fra un cm e un cm e mezzo)a sede prevalente sotto-orticale, di incerta natura. Cosa significa ??? Grazie

  34. E’ possibile avere una lesione Hill-Sachs senza una lussazione traumatica tale da necessitare intervento di P.S.?
    Faccio questa domanda perchè in sede di artroscopia hanno trovato questa lesione ma io non ho mai avuto una lussazione di spalla!

  35. Mi è stato scritto Hill-Sachs del cercine antero-inferiore. Ma non ho mai avuto lussazione di spalla. Mistero.

    Inoltre, stabilizzazione del cercine antero-inferiore con due ancore posizionate ad ore 5 e 3 ( lupine e yknot ) ma nella RX fatta dopo 50 gg dall’intervento non si vedono… com’è possibile?

  36. No, sono passati oltre due mesi e mi pento di essermi operato. Dolore notturno micidiale, una marea di soldi per la riabilitazione passiva e riesco a malapena arrivare a 60° di movimento.

Leave a Response