close
Dolore alla spalla, possibile causa il conflitto acromiale

Dolore alla spalla, possibile causa il conflitto acromiale

spalla-tatoo

Cos’è e cosa determina il conflitto acromiale

Uno dei motivi di dolore alla spalla potrebbe essere il conflitto acromiale, determinato dal fatto che la cuffia dei rotatori e l’acromion possono strofinare l’una contro l’altro durante i movimenti della spalla. L’attrito così determinato causa la condizione conosciuta come conflitto acromiale, impingement acromiale, borsite sottoacromiale o anche periartrite scapolo omerale. Ogni volta che il braccio viene sollevato o fatto ruotare i tendini della cuffia dei rotatori strofinano contro l’acromion. Questo urtare l’acromion continuamente genera una infiammazione, la sofferenza dei tendini e quindi dolore alla spalla.

Impingement, periartrite di spalla, conflitto sub acromiale, borsite sotto acromiale… tanti nomi per una malattia dolorosa della spalla.

Cosa determina il dolore alla spalla da conflitto acromiale 

Per provare a spiegare l’origine della malattia bisogna descrivere quali sono le parti in causa che essenzialmente sono due

  1. la cuffia dei rotatori e
  2. l’acromion che è una porzione dell’osso della scapola

La cuffia dei rotatori

I quattro muscoli che compongono la cuffia dei rotatori, che è la struttura tendinea che consente i movimenti di rotazione del braccio, scorrono in una regione anatomica che passa sotto la protuberanza della scapola che si chiama acromion (è la regione di osso che si può toccare proprio sopra la spalla). Se si volesse approfondire meglio leggere  l’articolo Anatomia della spalla 
Lo spazio tra l’acromion e la cuffia dei rotatori è occupato da una borsa sinoviale chiamata borsa sotto acromiale (una borsa sinoviale è una piccola area, chiusa tra due foglietti di membrana sinoviale che contengono un fluido lubrificante, che consente il libero scorrimento tra i diversi piani in movimento reciproco. La funzione della borsa sinoviale è molto simile a quella della fodera di una giacca).

La borsa sotto acromiale consente i movimenti della testa dell’omero e quindi del braccio diminuendo l’attrito e consentendo il movimento tra i diversi piani anatomici.

La funzione della cuffia dei rotatori

La cuffia dei rotatori si comporta in modo tale da tenere la testa dell’omero sempre al centro ed all’interno della parte articolare della scapola. In ogni caso in cui la cuffia dei rotatori non riesce a mantenere centrata la testa omerale, (questo succede nei casi di sofferenza della cuffia), durante il movimento di sollevamento dell’arto superiore la testa dell’omero “sbatte” contro l’acromion. Il conflitto, cioè lo scontro della testa dell’omero contro l’osso dell’acromion della scapola origina quella che viene definita sindrome da conflitto coraco acromiale o impingement acromiale.

Sindrome da conflitto acromiale

Ogni anomalia della cuffia dei rotatori può generare un conflitto. Infatti è la perdita di capacità di mantenere centrata la testa dell’omero nell’articolazione che determina la “risalita” dell’omero ed il suo urto contro l’acromion.
Molte patologie che possono determinare una malfunzionamento della cuffia dei rotatori tendono a generare un conflitto.

Patologie proprie della cuffia dei rotatori che generano conflitto acromiale

  1. Stiramento traumatico della cuffia dei rotatori
  2. Rottura parziale o completa dei tendini della cuffia
  3. Tendinite calcifica
  4. Lesioni da sovraccarico funzionale

Patologie che indirettamente possono causare conflitto

  1. Instabilità della articolazione scapolo omerale come esito di lussazione di spalla
  2. Rotture del labro glenoideo (SLAP) o lesione di Hill Sachs
  3. Malattie neurologiche e muscolari che determinano perdita di funzionalità e forza.

Conflitto generato dall’acromion

l’acromion (l’osso che si può toccare proprio sopra la spalla) è una porzione della scapola. In questa regione anatomica l’acromion assume tre diverse possibili forme. Bigliani ne ha individuate e descritte tre principali varianti: il tipo I, II e III della classificazione di Bigliani.

Classificazione di Bigliani

  • Il Tipo I di Bigliani è un acromion piatto e liscio
  • Il TIpo II della classificazione dell’acromion è arrotondato e quindi curvo
  • Il Tipo III di Bigliani è a forma di uncino, con un margine a “becco” di uccello.
Bigliani-classificazione
Il disegno anatomico dei tre tipi di acromion secondo Bigliani. Dalla pubblicazione originale 1986

Le persone che hanno un acromion di Tipo III secondo Bigliani hanno un elevato rischio di sviluppare una sindrome da impingement acromiale. Questo perché nel Tipo III di acromion lo spazio presente tra osso dell’acromion e cuffia dei rotatori è più stretto che negli altri due tipi. In aggiunta a questo con l’avanzare dell’età si può incorrere nella artrosi con formazione di un osteofita * all’apice dell’acromion che porta ad un ulteriore restringimento dello spazio sotto acromiale.

* Un osteofita è una formazione di osso a forma di “spina di rosa” o di “becco d’uccello sul margine di una articolazione

In letteratura viene segnalato che la maggior parte delle persone che hanno una patologia della cuffia dei rotatori hanno anche un acromion del tipo III di Bigliani.

La cuffia dei rotatori e l’acromion possono strofinarsi l’una contro l’altro causando quindi la condizione conosciuta come conflitto acromiale, impingement acromiale, borsite sottoacromiale o anche periartrite scapolo omerale. Ogni volta che il braccio viene sollevato o fatto ruotare i tendini della cuffia dei rotatori strofinano contro l’acromion. Questo urtare l’acromion continuamente genera una infiammazione e quindi dolore alla spalla.

L’impingement può diventare una serio problema per il paziente fino a renderlo ampiamente disabile. L’impingement va trattato qualora sia doloroso.

Il trattamento della periartrite di spalla

per dare sollievo al dolore alla spalla legato ad un conflitto acromiale si può agire in vario modo

  1. Terapia con antidolorifici e antinfiammatori, notevole l’uso di fitoterapici
  2. Fisioterapia con lo scopo di migliorare la forza muscolare della cuffia dei rotatori e ottenere una buona postura
  3. Chirurgia come ultima spiaggia, effettivamente il ricorso alla chirurgia è raro ma con notevoli risultati. Inizialmente tanta attenzione è stata data alla chirurgia artroscopica della spalla ma i risultati con le nuove tecniche mini invasive spingono sempre di più verso una chirurgia aperta mini invasiva della spalla o mini open
  4. Infiltrazioni articolari. Quasi sempre si usa il cortisone. L’effetto sulla infiammazione e sul dolore facilita il trattamento fisioterapico e la guarigione. Una indicazione ancora in fase di affermazione è quella alle infiltrazioni con il PRP Link all’articolo dove trovare alcune informazioni sul PRP

Prevenzione della sindrome dolorosa alla spalla da conflitto

  • Evitare gli strappi e gli eccessi di funzione della spalla
  • Rinforzo muscolare di tutta la spalla, meglio se bilateralmente, non sforzarla oltre il limite del dolore.
  • Ginnastica e postura sono fondamentali nel trattamento del dolore e della disabilità della spalla

Questo articolo non deve essere interpretato come consulenza medica o parere medico relativamente a fatti o circostanze specifiche. Per quanto riguarda la vostra personale situazione e risposta a domande specifiche siete invitati a consultare un professionista Medico. L’uso delle informazioni reperite su questo sito deve rispettare i termini e le condizioni d’uso.


Dott. Giuseppe Fanzone

Pubblicato il 1 gennaio 2017
Ultimo aggiornamento:  1 gennaio 2017
Dr. Giuseppe Fanzone

Dr. Giuseppe Fanzone

Mi chiamo Giuseppe Fanzone. Nato a Mazzarino nel 1967, al termine di una carriera scolastica irreprensibile, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia, magna cum laude, nel luglio del 1991, all’Università di Catania. Iniziata prestissimo l’attività lavorativa, sono riuscito comunque a conciliarla con la vita familiare arricchita dalla nascita di tre splendidi figli. Ho ottenuto il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università Campus Biomedico di Roma. Sono iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Caltanissetta. Sono diventato un Ortopedico “On Line” quasi per caso ma, questa condizione, ha finito per piacermi! Attualmente lavoro come Medico Ortopedico nella UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’ Ospedale Umberto I di Enna dopo avere lavorato nell'altro ospedale della ASP di Enna Il Michele Chiello di Piazza Armerina.
spalla-dolore-rigidità

La spalla congelata rigida e dolente

articolazione-acromion-clavicola

Artrosi acromion claveare: causa di dolore alla spalla

Leave a Response