Ortopedico, Ortopedico Fanzone Enna, migliore ortopedico Enna, Migliore Ortopedico Caltanissetta, Trauma Enna, Trauma Caltanissetta, Ortopedia Enna, Ortopedia Caltanissetta

Come diventare medico in Italia?

Per diventare Medico in Italia si deve seguire un percorso di studio universitario, della durata di sei anni, al termine del quale si ottiene il titolo di Dottore in Medicina e Chirurgia.

Per esercitare la professione di Medico si dovrà ancora superare un esame di abilitazione all’esercizio professionale ed iscriversi all’Ordine dei Medici.

Dopo l’iscrizione all’Ordine si potrà finalmente esercitare la professione di Medico e Chirurgo, prescrivere farmaci, eseguire visite mediche, fare diagnosi e terapia, rilasciare certificazioni mediche, eseguire trattamenti anche invasivi sui pazienti.

Nessuna attività di tipo medico di diagnosi, cura e trattamento è quindi preclusa al laureato in Medicina e Chirurgia abilitato alla professione ed iscritto all’Ordine dei Medici. D’altronde i Laureati in Medicina e Chirurgia abilitati sono gli unici professionisti autorizzati alla diagnosi cura e terapia dei pazienti, tutti gli altri operatori sanitari hanno necessità di una prescrizione da parte del medico o di specifici protocolli prima di praticare qualsiasi terapia o manovra su persone.

Cosa significa essere medico specialista?

Data la complessità delle malattie, la loro varietà e complessità, dopo l’abilitazione molti medici intraprendono un ulteriore percorso di studi chiamato Specializzazione, (necessario anche per l’assunzione in strutture pubbliche). Serve fare notare che il termine Specializzazione non è sinonimo di Specialistica, quest’ultimo termine si riferisce a percorsi di studio universitario che non riguardano i laureati in Medicina e Chirurgia.

Una delle specializzazioni della Medicina è la Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia. Gli specializzati in questa branca vengono spesso chiamati semplicemente ortopedici.

Di cosa si occupa lo specialista ortopedico?

Oggi, l’ortopedia viene definita come la branca della scienza e della pratica medica che si occupa dello studio, prevenzione e cura delle deformità e delle invalidità dell’apparato locomotore siano esse congenite o acquisite (patologiche o traumatiche). Ortopedia su Enciclopedia Treccani

L’ortopedico è quindi un medico chirurgo specializzato nella diagnosi e cura delle patologie dell’apparato motorio. Si occupa della salute delle strutture periferiche del nostro corpo adibite al movimento. Quindi l’ortopedico si occupa della salute di ossa, muscoli, articolazioni e nervi periferici sia per malattie croniche che acute. Questa branca della medicina esiste da sempre ma è stata chiamata così solo nel 1741 da N. Andry nel titolo di una sua opera dove creo il neologismo ortopedia traendolo dal greco ὀρθός, “dritto” e παῖς, “fanciullo.

Oggi questa branca medica prescinde quasi in tutto dal suo significato etimologico ed abbraccia una vastissima serie di problematiche.

Chirurgia ortopedica,
Protesi articolari,
Artrite,
Mal di schiena,
Dolore al ginocchio,
Infortuni sportivi,
Riabilitazione,
Ospedale di Enna,
Visite ortopediche,
Prenotazione online“ortopedia ha un significato così vago e indefinito, che non significa nulla o press’a poco…, e per la sua elasticità si presta quindi a denominare una specialità in via di formazione…, denominazione che (A. Codivilla) potrà essere conservata soltanto a patto che non abbia influenza alcuna sul concetto della cosa”.

Le alterazioni o deformità dell’apparato motore sia morfologiche che funzionali se esistenti alla nascita vengono chiamate congenite, se compaiono nelle fasi successive della vita si definiscono acquisite. Le malformazioni congenite non sempre sono presenti ed evidenti alla nascita, in alcuni casi si manifesteranno più tardi pur essendo già in evoluzione alla nascita (per esempio displasia dell’anca, scoliosi…).

Le deformità acquisite sono evidentemente, anche numericamente, di diversi tipi e gravità.

Differenza tra Ortopedico e Traumatologo

Nel corso del tempo l’ortopedia è diventata una branca medica amplissima, tanto ampia che, anche per il numero elevato di casi simili, all’interno di questa specializzazione c’è chi ha finito per occuparsi in maniera prioritaria di alcuni aspetti specifici. Pertanto a volte si sente definire un Ortopedico come Traumatologo qualora si occupi prioritariamente del trattamento chirurgico delle ossa rotte, delle fratture articolari o delle rotture tendinee e muscolari.

Similmente si potrà trovare che un ortopedico venga definito come volte chirurgo dello sport qualora si occupi di lesioni articolari da attività sportive. Potrà essere ortopedico pediatrico qualora si occupi in prevalenza di bambini o anche Chirurgo del Piede se affronta il trattamento di questa parte anatomica, similmente verrà definito chirurgo artroscopista se esegue in via prioritaria interventi di artroscopia. Spesso si sente dire e si legge di Chirurgia dell’anca, o chirurgia del ginocchio; questo si riferisce all’ortopedico che impianta protesi articolari. In ogni caso però questi medici sono Ortopedici.

Se un Ortopedico si definirà traumatologo significa che utilizza le proprie capacità per curare le lesioni da trauma e non certo che non si occupi o non esegua interventi anche per altra ragione.

Cosa fa l’ortopedico Giuseppe Fanzone?

Date le premesse uso me stesso per provare ulteriormente a semplificare e permettere di comprendere.

Sono un laureato in Medicina e Chirurgia, sono abilitato all’esercizio della professione di Medico Chirurgo, sono iscritto all’Ordine dei Medici di Caltanissetta (puoi controllare qui ). Quindi sono medico abilitato alla diagnosi, cura, prescrizione e certificazione in ambito medico. Sono anche specializzato in Ortopedia e Traumatologia. Come specialista eseguo quindi visite ortopediche.

Cosa si fa durante una visita ortopedica?

Durante una visita ortopedica si cercherà di inquadrare un disturbo dell’apparato motore, lo si attribuirà ad una qualche struttura (ossa, muscoli,articolazioni, tendini, nervi, psiche, malattia reumatica) si cercherà di stabilire i confini e le motivazioni (origine, cause, patologie coesistenti) si provvederà ad esaminare la documentazione iconografica (radiografie, TAC RM, EMG..) eventualmente prescrivendo ulteriori accertamenti ed infine si stabilirà un percorso di trattamento e possibile cura.

Lavorando in ospedale (Ospedale Umberto I di Enna) eseguo visite sia a pagamento intramoenia che con ricetta SSN mi occupo del trattamento delle patologie dei pazienti ricoverati, insieme ai miei colleghi in un lavoro di team, di volta in volta sarò quindi:

  • Traumatologo quando mi occupo di pazienti con fratture e faccio Ortopedia traumatologica.
  • Chirurgo protesico se eseguo interventi di protesi articolari
  • Artroscopista se pratico interventi in artroscopia
  • Specialista del piede se curo l’alluce valgo e le dita a martello
  • Ortopedico se tratto l’osteoporosi, il mal di schiena, i dolori articolari ed i muscoli tesi.

 

Disponibile ad ulteriori informazioni. Se ci sono domande puoi compilare il form, risponderò!  

Questo articolo non deve essere interpretato come consulenza medica o parere medico relativamente a fatti o circostanze specifiche. Per quanto riguarda la vostra personale situazione e risposta a domande specifiche siete invitati a consultare un professionista Medico. L’uso delle informazioni reperite su questo sito deve rispettare i termini e le condizioni d’uso. Dott. Giuseppe Fanzone

Pubblicato il 7 aprile 2024
Ultimo aggiornamento:  7 aprile 2024

Di Dr. Giuseppe Fanzone

Mi chiamo Giuseppe Fanzone. Nato a Mazzarino nel 1967, al termine di una carriera scolastica irreprensibile, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia, magna cum laude, nel luglio del 1991, all’Università di Catania. Iniziata prestissimo l’attività lavorativa, sono riuscito comunque a conciliarla con la vita familiare arricchita dalla nascita di tre splendidi figli. Ho ottenuto il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università Campus Biomedico di Roma. Sono iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Caltanissetta. Sono diventato un Ortopedico “On Line” quasi per caso ma, questa condizione, ha finito per piacermi! Attualmente lavoro come Medico Ortopedico nella UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’ Ospedale Umberto I di Enna dopo avere lavorato nell'altro ospedale della ASP di Enna Il Michele Chiello di Piazza Armerina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *