close
Bambini: dolori di crescita

Bambini: dolori di crescita

16 Agosto 20124119Views5Comments
bambini-felici-senza-dolore

il dolore nel bambino

I bambini a volte accusano la presenza di dolore, a carico soprattutto degli arti inferiori, di tipo intermittente e spesso presente a tutte e due le gambe. Il dolore di questo tipo, chiamato dolori di crescita, si manifesta specialmente a fine serata e durante la notte nei bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni. Questo tipo di sintomatologia viene definita come “dolori di crescita” anche se dato che non è la “crescita” a provocarli andrebbero definiti come “dolori benigni dell’infanzia

Caratteristiche dei dolori di crescita

Il dolore definito come dolore di crescita, non è associato a zoppia, può determinare una minima e saltuaria limitazione dei movimenti. Non si evidenziano segni di traumi, infezioni o altre cause identificabili. Non si associa a variazioni dei risultati degli esami di laboratorio o a dati patologici nei reperti radiografici. Rappresenta una condizione comunque benigna. La sintomatologia dolorosa del bimbo scompare raggiunti i 12 anni.

Cosa provoca i dolori di crescita nei bambini

Il dolore agli arti inferiori che a volte i bambini lamentano, se corrisponde ai criteri che definiscono il dolore benigno del bambino, non riconosce una causa specifica o perlomeno individuabile allo stato attuale delle conoscenze. Non c’è chiarezza su quali siano le cause dei dolori di crescita.

Si ritiene principalmente che i dolori di crescita siano legati a due problematiche principali
  1. anatomiche
  2. disturbi psicologici.
  • Si è ritenuto che disturbi come la scoliosi, il ginocchio valgo ed il piede piatto, determinato una disfunzione posturale potessero essere la causa dei dolori di crescita. Tuttavia, non sempre il bambino che soffre di questo disturbo è anche affetto da disturbi posturali.
  • Spesso i genitori associano gli episodi di dolore alla attività fisica particolarmente intensa. Questo fatto non è confermato da studi in materia. Se così fosse potrebbe allora configurarsi come una sindrome da stress locale (abuso articolare o muscolare) associata a minore resistenza di ossa, muscoli e cartilagini.
  • Forse per la scarsa chiarezza sulle cause, spesso i dolori di crescita, vengono considerati come segno di un disturbo psicologico. Cause scatenanti potrebbero allora essere un temperamento aggressivo con sbalzi d’umore, problemi comportamentali, esperienze negative in ambito familiare.
  • Pur non essendoci conferme in tal senso risulta di comune riscontro che nei bambini affetti da dolori di crescita siano spesso presenti disturbi emozionali.
  • Ancora, potrebbe essere un disturbo associato ad una bassa soglia del dolore o rappresentare una sindrome dolorosa non infiammatoria dell’infanzia (analoga o perlomeno simile alla fibromialgia).
  • I dolori di crescita sono associati ad una storia familiare positiva (anche i genitori ne hanno sofferto), al mal di pancia ed alla cefalea.
  • Spesso interviene in bimbi che da poco hanno avuto un fratellino.

Cosa fare nel dolore di crescita

visita-ortopedica-bambino
Dipinto di Laënnec , inventore dello stetoscopio, nel suo studio

Cosa fare? Una visita dal Pediatra. In assenza di zoppia, immobilità, segni di trauma fisico o di malattie sistemiche, gli esami di laboratorio e le radiografie risultano inutili. Pur potendo usare farmaci antidolorifici ed antinfiammatori per il controllo del dolore, di regola il fornire rassicurazioni sia al bambino che alla famiglia, l’evidenziare che si tratta di una condizione temporanea e destinata a concludersi nel giro di poco tempo consente di limitare il disagio che il piccolo paziente ne riceve.

 

Bibliografia dolori di crescita

• Aust Fam Physician. 1999 Feb;28(2):124-7.”Are growing pains a myth?” Manners P.
• Practitioner. 2001 Jul;245(1624):620-3. “Growing pains: a diagnosis of exclusion.”Halliwell P, Monsell F.

Questo articolo non deve essere interpretato come consulenza medica o parere medico relativamente a fatti o circostanze specifiche. Per quanto riguarda la vostra personale situazione e risposta a domande specifiche siete invitati a consultare un professionista Medico. L’uso delle informazioni reperite su questo sito deve rispettare i termini e le condizioni d’uso.


Dott. Giuseppe Fanzone

Pubblicato il 16 agosto 2012
Ultimo aggiornamento: 09 ottobre 2016
Dr. Giuseppe Fanzone

Dr. Giuseppe Fanzone

Mi chiamo Giuseppe Fanzone. Nato a Mazzarino nel 1967, al termine di una carriera scolastica irreprensibile, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia, magna cum laude, nel luglio del 1991, all’Università di Catania. Iniziata prestissimo l’attività lavorativa, sono riuscito comunque a conciliarla con la vita familiare arricchita dalla nascita di tre splendidi figli. Ho ottenuto il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università Campus Biomedico di Roma. Sono iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Caltanissetta. Sono diventato un Ortopedico “On Line” quasi per caso ma, questa condizione, ha finito per piacermi! Attualmente lavoro come Medico Ortopedico nella UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’ Ospedale Umberto I di Enna dopo avere lavorato nell'altro ospedale della ASP di Enna Il Michele Chiello di Piazza Armerina.

Lombalgia: consigli posturali

Un salto con lo sket fratture di avambraccio in agguato

Artrosi, Trauma e sport

5 Comments

  1. Mi congratulo con lei doct fanzone, in quanto trovo interessante
    l’inserimento di patologie riguardanti i bambini.
    Leggevo con interesse l’articolo inerente i dolori alle gambe dei bambini, riconducibili al fattore della crescita, quindi mi sono tranquillizzato.

  2. mio figlio ha 12 anni ha spessimo mal di pancia…. e vorrei trovare magari un rimedio naturale per poterglielo far passare. Abbiamo fatto un sacco di analisi ed è tutto apposto. Potete aiutarmi voi? Ringrazio….

  3. Buona sera dottore mio figlio di 5 anni e mezzo lamenta dolore alla gamba altezza anca inguine
    Questa è già la seconda volta che succede con la prima che è durata 3 gg.
    Quando appoggia il piede per camminare ha dolore.
    Può essere come “dolore di crescita” o meglio fare un eco?

    Grazie saluti
    Sig. Imparato

Leave a Response